27 settembre-2 ottobre: incontro sul lavoro a Bratislava

 

BratislavaL’accoglienza e tutta la preparazione delle sorelle della Slovacchia è stata molto fraterna, e ci hanno aiutate a conoscere la loro realtà.
Ho avuto modo di fare anche una visita sul luogo di lavoro di Eva Marianna, un centro gestito dai francescani che accolgono persone che vivono sulla strada, per un pasto caldo, vestiario e cure.
Proprio lì vicino ci sono dei garage abbandonati che sono diventati luoghi per dormire e a qualche centinaia di metri è nato un lussuoso centro commerciale. Questo dice un po’ come l’Europa vive a due velocità.

 

Marianka- Slovacchia

L’incontro si è svolto a Marianka, un luogo di pellegrinaggio a 35 Km da Bratislava, in una casa della diocesi che è stata sistemata perché sia un luogo di spiritualità ed accoglienza per tutti.

Eravamo in tutto circa 23 sorelle, la maggioranza dell’est e più giovani…

Abbiamo condiviso a turno le varie realtà lavorative dei paesi europei, con aspetti a volte più personali e a volte più della regione. E’ stato uno scambio molto bello e arricchente…Abbiamo lasciato uno spazio maggiore alle sorelle che ci hanno ospitate dato che erano presenti quasi tutte.
Bratislava- incontro

Ho trovato stimolante ascoltare gli interrogativi delle più giovani e in qualche modo sentire il bisogno di essere riconfermate nella scelta. Uno di questi interrogativi era di Brezno: “il lavoro di divisione dell’immondizia, lavoro svolto dai nostri vicini, non ci permette di sostenerci economicamente ma è bello poterci essere”. Così anche in Croazia: “non riusciamo a vivere del nostro lavoro ma è una bella inserzione”.  All’ unanimità la risposta è stata quella di mantenere certi inserimenti e di poterci sostenere con la cassa di solidarietà.

Vendemmia

Abbiamo condiviso anche sulle fabbriche che si installano  nell’est dell’Europa, provenienti ad esempio dall’Italia, ma non solo.. Queste usufruiscono degli incentivi dello stato e quando i benefici finiscono cambiano paese.Le condizioni sono dure sia per gli orari sia per i pagamenti bassi e dilazionati.La domanda che ci ponevamo all’incontro di regione, riguardo al flusso immigratorio dell’est che non diminuisce in Italia anche se si aprono fabbriche nei vari paesi, ci dice la grande precarietà e lo sfruttamento che il sistema economico impone.

Nell’esposizione della situazione lavorativa in Italia abbiamo messo in evidenza l’apporto consistente delle pensioni, la diminuzione del lavoro e la precarietà  ed anche  l’inventiva nel darsi da fare. I lavori stagionali svolti in collaborazione con altre due regioni spinge comunque la riflessione ad andare avanti, magari allargando anche a qualche sorella dell’est la collaborazione per dei lavori stagionali nel sud dell’Europa…

Bratislava- porta san Michele

Ps Maria de Lourdes ci ha condiviso la situazione economica della fraternità. Ho avvertito come la nostra attenzione alla cassa di solidarietà e condivisione del 12% sono fonti di comunione che ci fanno vivere, già dall’interno, una bella solidarietà.

Per chi fosse interessata a conoscere un po’ di più i sistemi economici e le crisi , suggeriva due film: Debitocrazia sulla Grecia e Inside Job sull’America-Usa, tutte e due reperibili via internet VIMEO.

Abbiamo poi avuto don Frantisek Trstensky slovacco, che dopo un’esposizione sulla coscienza nel mondo del lavoro ha aperto uno spazio di condivisione di situazioni concrete che viviamo, ed è stato molto partecipato.Bratislava- preghiamo insieme

Le nostre giornate si sono intercalate, anche tra momenti di preghiera, una fiaccolata di sera fino alla fonte dell’acqua, una visita alla città di Bratislava con spiegazione storica e artistica e con la degustazione di cibi locali e biscottini che con l’andar dei giorni crescevano in numero e diversità… che bontà!

Bratislava- un cantoCome mantenere viva l’attesa, la Speranza….era anche una delle domande che avevo portato…

Alla fine di ogni giornata rivisitare la piccola luce che ho intravisto…mantenerla viva… comunicarcela.

Credere che Dio è presente e che ha a cuore ogni piccola cosa, evento, situazione e persona…e che noi partecipiamo con il nostro gioire e soffrire.

piccola sorella Giuliana Chiara di Gesù

indietro

Questa voce è stata pubblicata il 15 ottobre 2013, in Attualità. Aggiungi il permalink ai segnalibri.