6-11 giugno: incontro sorelle anziane

Intraprendere un viaggio lungo, faticoso e disagevole per delle persone “anziane” può sembrare una pazzia, eppure un gruppo di piccole sorelle italiane lo hanno fatto con gioia e sono felici di parlarcene.

Alla nostra età si ha bisogno di sostenersi a vicenda, scambiare sul cammino fatto nella vita, sui nostri bisogni, sull’avvenire che si apre per noi con la consapevolezza che l’incontro con il Signore non è più così lontano. Per questo ci siamo ritrovate a Larino (Campobasso) dal 6 al l’11 giugno. Eravamo 14 sorelle, quasi tutte tra i 75 e 84 anni, provenienti da diverse fraternità italiane.

C’era con noi la sig.ra Pia Barberis, amica di vecchia data, che ci ha aiutate a fare del viaggio della nostra vita una lunga benedizione. Sei giorni vissuti alla luce del Vangelo ritrovando lo sguardo di Gesù: uno sguardo che ci chiama ancora a vivere la nostra anzianità fedeli alla missione ricevuta, uno sguardo che perdona, guarisce e accoglie le nostre ferite, uno sguardo che consola e dà senso a ciò che noi consideriamo perdite, uno sguardo che vede “oltre” e spera.

Sono stati giorni belli in cui ci siamo raccontate le nostre esperienze e abbiamo guardato la nostra realtà odierna: quella personale e quella della Fraternità in Italia. Con uno sguardo di verità e di fiducia abbiamo visto le cose belle, ma anche quello che oggi, alla nostra età, ci è più difficile da vivere Come tutti gli anziani, che spesso sono i nostri vicini di casa, siamo e saremo sempre più limitate e come loro, abbiamo bisogni di ordine materiale e spirituale. Questo è “l’oggi” nel quale il Signore ci chiama ancora a seguirlo. Allora ci sentiamo “vive”, piene di amore e riconoscenza per ciò che la Fraternità ci ha permesso di vivere ed è in questa linea che vogliamo continuare benedicendo il Signore.