Milano

Sorelle di Milano
La nostra è una lunga storia cominciata nel 1954 quando siamo andate ad abitare nelle “case minime” di via Zama, un ambiente operaio molto semplice, con persone che erano state sfrattate o che avevano avuto la casa distrutta durante la guerra.

                                                                                                                                                                                     

 

 

Milano- vicino al quariere

 

Erano case a ringhiera dove ogni famiglia aveva una stanza.

 

 

 

Milano- Messa

Nel 1977 il Comune ha demolito quelle case e costruito un grande blocco di circa 400 appartamenti nella via parallela (via Salomone). Tutti i vecchi abitanti di via Zama sono stati rialloggiati in via Salomone e noi con loro.

 

 

 

Milano- quartiere

 

 

A quel momento accanto al miglioramento delle condizioni di vita c’è stato un indebolimento delle relazioni sociali: da una vita molto comunitaria sui “ballatoi” e intorno al lavatoio si è passati a una vita isolata dietro a porte chiuse.
Il disagio giovanile è stato un terreno favorevole per il dilagare dell’uso di droghe. Gli anni ’80 sono stati anni difficili per molte famiglie che hanno perso i loro figli.

 

 

 

Milano- festa in parrocchia
A partire dagli anni ’90 si è assistito a un progressivo insediamento di famiglie provenienti dai vari Paesi. Circa la metà di questi nuovi abitanti sono di religione musulmana. Alcuni sono buddisti.

Per il quartiere è quindi emerso piano piano una nuova sfida, quella della convivenza con altre culture e religioni.

 

 

Incontri inter- religiosi

 

La nostra fraternità ha accolto questa evoluzione del quartiere per cui cerchiamo, pur nella fedeltà alle amicizie di lunga data, di essere aperte ad ogni incontro con persone di altri Paesi, con una particolare attenzione ai musulmani.

 

 

 

 

Mano nella m,ano

 

Le nostre origini in terra d’Islam sono per noi un forte stimolo a cercare l’incontro e il dialogo con i musulmani soprattutto in questi ultimi anni in cui avvertiamo timori crescenti.

Siamo profondamente convinte che l’accoglienza e il rispetto possano aprire cammini di vita.

 

 

La nostra fraternità è composta attualmente da quattro sorelle: una più disponibile per il quartiere, le altre tre al lavoro: una con un’impresa di pulizie, un’altra in una mensa, la terza lavora come colf presso una persona anziana e saltuariamente come baby-sitter.

Fra gli ultimi avvenimenti della fraternità di Milano c’è l’arrivo di piccola sorella Katia, la partenza di piccola sorella Luigina per la Francia e poi per cominciare una nuova fraternità a Ceuta, per gli immigrati.

Con una lettera le sorelle raccontano la festa in ricordo dei 75 anni della Fraternità e i 25 anni dalla morte di Piccola sorella Magdeleine.

Sorella Magdeleine- invito

 

 

Clicca milano.