Termoli

 

Termoli c.tà

Indirizzate da un Vescovo amico, siamo approdate a Termoli nel 2008. Abbiamo trovato casa alla “Proletaria”, un quartiere costruito negli anni ’70 per i dipendenti Fiat. Siamo tre sorelle di tre diverse nazionalità: Anna-Ester -italiana-, Jeanne -francese- e Maria -vietnamita-. Viviamo al ritmo del nostro quartiere che, pur invecchiando, è luogo fecondo di relazioni.

Vivere… è la nostra prima missione! La quotidianità richiede non poche energie, tanto più che, vivendo in periferia, siamo costrette a “scendere a Termoli” -come si suol dire- per fare la spesa e ritrovare amici conosciuti in precedenza. L’autobus è un indiscusso luogo di incontro e ora conoscendoci quasi tutti  è spazio propizio per scambiare notizie, opinioni e persino per dibattere. La porta della fraternità, come quella delle case vicine, è sempre aperta: permette un accoglienza semplice facilitando relazioni. Ciascuna di noi continua a donarsi nel rispetto delle proprie potenzialità: presenza nella casa di riposo per anziani nei pressi della fraternità, lettura condivisa della Parola di Dio  con amici e vicini, tempi di preghiera più prolungati, presenza in Parrocchia sia nel Consiglio Pastorale che nel gruppo delle pulizie.

Le visite che ci scambiamo con i vicini tessono il nostro quotidiano e con il passare degli anni diventano sempre più “Visitazioni” che ci lasciano gustare la Vita. Mai finiamo di accogliere e incarnare l’invito di San Paolo ai Romani: “Rallegratevi con quelli che sono nella gioia, piangete con quelli che sono nel pianto. Abbiate in voi i medesimi sentimenti gli uni verso gli altri; non nutrite desideri di grandezza; volgetevi piuttosto a ciò che è umile.” (Rom 12,9-16b).