Torino

parco-valentino_2015

 

Stiamo in un quartiere multietnico come ormai ce n’è tanti nelle nostre città, con i call center, i take away esotici e i negozi arabi e cinesi che si moltiplicano a fianco di quei locali, e in mezzo al via vai che riempie le strade a ogni ora c’è anche chi vende apertamente droga, o il proprio corpo.

 

Torino- panorama

 

 

E’ una convivenza  variegata che una parte dei residenti da più tempo accetta con fatica; altri invece si sono organizzati perché ci siano dei posti in alternativa alla strada, e perché le persone possano incontrarsi e mettere insieme le bellezze dei loro popoli diversi.

 

luce

 

Anche noi siamo qui per cercare l’incontro, soprattutto con i più feriti dalla vita. Non abbiamo altro da offrire che un saluto, il tempo di ascoltare, lo spazio ridotto della nostracappella-torino casa per ritrovarci magari intorno a un caffè.

 

 

 

pane condiviso

 

 

 

E succede che l’incontrare diventa incontrarsi, se ci si accoglie come si è, e la ferita che l’altro non nasconde mi aiuta a far pace con la mia, quando scopro che non c’è niente che possa cancellare la bellezza che mette in noi Chi, guardandoci, ci ama.

speranza